02 NaifHerin MaurizioMiri
02 NaifHerin MaurizioMiri 01 NaifHerin MaurizioMiri Mauriziomiri 12 05 NaifHerin MaurizioMiri 03 NaifHerin MaurizioMiri 04 NaifHerin MaurizioMiri 06 NaifHerin MaurizioMiri 07 NaifHerin MaurizioMiri

Naif Herin al Club Tenco: barba e giacca per sovvertire le convenzioni

Giovedì 28 gennaio, Club Tenco, Aosta – La provocazione ha il viso d’angelo (con la barba) di una cantautrice, Naif Herin, e la forma di una giacca, di Maurizio Miri, modello “Giovanna d’Arco”, appartenente alla prima capsule donna FW 16 creata dallo stilista bresciano.

Ieri sera, sul palco del Teatro Splendor ad Aosta, si è tenuto l’incontro “Club Tenco fra musica e parole”, dove, tra lo stupore generale, la cantautrice e performer Naif Herin ha interpretato il suo brano “Tenco è morto” sfoggiando una lunga e sorprendente barba.

A supporto della dirompente immagine la giacca “rivoluzionaria” creata da Maurizio Miri, rigorosa e maschile, ma studiata per vestire perfettamente le forme femminili.

Una provocazione che punta a evidenziare l’autoreferenzialità del Premio Tenco che, a detta di molti, tende ad escludere le donne.

Così la performance di Naif Herin gioca sull’identità di genere: “Sembra che per essere identificato da pubblico e critica come un ‘vero cantautore’ – spiega l’artista – si debba incarnare un preciso personaggio: uomo, con la barba da hipster e l’atteggiamento da filosofo maledetto. Con questa performance voglio far discutere e riflettere: senza rinnovamento non c’è arte.”

E oggi che la giacca è chiamata a giocare un ruolo del tutto inedito per la donna, Maurizio Miri crea lo stile per la nuova autoaffermazione femminile.

Poter dare la corazza a Giovanna d’Arco è sempre stato il mio sogno – conclude lo stilista – le mie giacche sono concepite per dare coraggio e forza alle donne contemporanee.

 

ph: Federica Ikka Mirabelli

trucco: Nat Tasha Lapiana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *