Maurizio Miri Asola A Mano
Maurizio Miri Asola A Mano Maurizio Miri Asola A Mano Maurizio Miri Asola A Mano Maurizio Miri Asola A Mano

Asola a mano: una firma col filo di seta

Spinto dalla volontà di creare un’immagine di sartoria contemporanea, Maurizio Miri ha fatto dell’asola a mano un vero è proprio tratto distintivo. Segno di grande qualità del capo, l’asola, oltre ad essere uno degli ‘accessori’ di cui viene arricchito un capo, ha la funzione di chiudere le aperture di un abito, una gonna, un pantalone o, nel caso specifico dello stilista bresciano, una giacca.

Nel corso degli anni sono stati ideati vari tipi di asola, la più diffusa è sicuramente quella a macchina, più immediata, meccanica e quindi meno precisa, utilizzata per lo più dalle grandi produzioni vista la rapidità con cui viene realizzata.

L’eccellenza dell’asola a mano.

Tra le più rinomate, vi è invece l’asola a mano: questo tipo di lavorazione risale agli inizi della storia della moda, quando le creazioni erano completamente realizzate a mano e a confezionare gli abiti era un vero e proprio sarto. Munito di gesso, forbici, bottone e filo studiava al millimetro la posizione dell’asola, la ritagliava con precisione e la rifiniva di punti con un finissimo filo di seta.

Questo processo faceva sì che ogni singola asola, in quanto fatta a mano, risultasse quasi-perfetta e, proprio per questo motivo, fosse mille volte più apprezzabile in quanto unica e irripetibile.

Così ogni asola di Maurizio Miri ha la sua storia di “imperfezione” che la rende più viva e personale.

Al punto che, proprio come si usava nelle sartorie più tradizionali, l’asola presenta un’imbastitura che la chiude e la rende assolutamente vergine. Potrà essere violata a discrezione e scelta del proprietario della giacca. Il filo viene quindi volutamente lasciato lungo, a ricadere sul rever. Un segno “grafico” che diviene firma di un’idea sartoriale di perfetta imperfezione, di un femminile che incontra il maschile.

La scelta di Maurizio Miri è stilisticamente e concettualmente ineccepibile. Le sue creazioni sono il frutto di una sartorialità contemporanea in cui il filo di seta dell’asola cucita a mano è metafora della sua visione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *